Mera Peak 2010
Gaetano Di Blasio
© 2011 Di Blasio Gaetano
SPEDIZIONE SCIENTIFICA Dopo la spedizione scientifica “ Manaslu 2008” in Nepal e” Kilimangiaro 2009 ” in Tanzania, il gruppo di ricerca della Fisiologia dell’Università  G. d’Annunzio di Chieti, in collaborazione con il dipartimento di Anatomia e fisiologia dell’Università di Padova e con quello di Medicina Interna dell’Università dell’ Aquila, prepara un nuovo progetto scientifico.                                                          La spedizione è finalizzata a uno studio in vivo degli effetti dell’ipossia d’alta quota. Prenderanno al programma 18 soggetti, di cui 5 donne e 13 uomini, per una durata complessiva si 20 giorni, periodo durante il quale il gruppo compierà una salita progressiva della vetta (6654 metri).                Nell’ambito dello studio degli adattamenti agli ambienti straordinari, vari parametri fisiologici saranno valutati nel corso della spedizione, al fine di poter tracciare una correlazione tra l’alta quota e le variazioni che questa condizione è in grado di generare sull’organismo. Fertilità maschile,  stress ossidativo, capacità psico- cognitiva e comportamentale, dispendio energetico, effetti sulla massa muscolare, forza degli arti inferiori, variabilità della frequenza cardiaca, proteomica del muscolo vasto laterale e sieroproteomica, risposta ormonale, catecolamine,  risposta immunitaria, cellule angiogeniche in circolo sono alcune delle misurazioni che saranno effettuate prima durante e dopo la spedizione. Forti degli ottimi risultati ottenuti dalle precedenti esperienze scientifiche con pubblicazioni internazionali e diffusione presso congressi di diversi ambiti scientifici, quest’occasione rappresenta una ennesima sfida che porterà nuovi e sempre più interessanti dati alla comunità scientifica internazionale. Analizzati ed elaborati. I risultati scientifici faranno luce su specifici processi fisiologici che avvengono in alta quota. Lo studio delle risposte di un organismo sano all’ipossia d’alta quota ha una notevole importanza per la valutazione di aspetti che interessano il ruolo dell’ipossia nei meccanismi fisiologici e fisiopatologici di patologie correlate alla presenza di stati ipossiemici. Pertanto l’esposizione all’ipossia di soggetti sani costituisce un modello sperimentale unico per la comprensione di ciò che c’è alla base di molte malattie caratterizzate dall’ipossia. I dati così interpretati saranno divulgati presso congressi nazionali e internazionali, e pubblicati su riviste scientifiche. Ancora una volta il gruppo Metafora Wave, in seno alla spedizione scientifica, promuove l’iniziativa della cartolina della poesia, svelando chiaramente il connubio tra scienza e poesia. Una esemplare simbiosi tra l’espressione dello scibile razionale e l’inesprimibile nulla della poesia che sottolinea quanto il sapere sia inscindibile dalle emozioni. Metafora Wave propone infatti numerose frasi di celebri autori dal mondo, relative al tema della pace e della libertà.